Wellness Design
Wellness Design

Vasca idromassaggio

La norma definisce "idromassaggio" una unità completamente assemblata costituita da una vasca, che può essere prefabbricata oppure in opera, un dispositivo di movimentazione dell’acqua e/o dell’aria, un impianto di filtrazione e dosaggio reattivi e il relativo quadro elettrico associato.

 

La struttura

Una vasca idromassaggio può essere realizzata in opera con struttura in c.a. o in EPS oppure prefabbricata in metacrilato o vetroresina.

 

La vasca idromassaggio in cemento armato è da considerasi più durevole e stabile. Questo tipo di realizzazione è quella che lascia più ampia libertà nella progettazione e nel design e consente di ottenere un’opera altamente personalizzata e di qualità, ovviamente con costi più elevati e tempi di realizzazione più lunghi. Diventa una scelta quasi obbligatoria quando si vuole utilizzare il rivestimento interno in mosaico, piastrelle o marmo. Fasi di lavorazione: scavo (se necessario), massetto di fondo, platea armata, pareti, sistemazione finale e rivestimento.

 

Anche per la vasca idromassaggio in EPS sono valide tutte le considerazioni specificate per quelle in c.a., siamo quasi obbligati a scegliere questa soluzione, quando siamo in presenza di solai che non possono sostenere il peso della vasca in c.a. del suo volume d'acqua e delle persone all'interno. Fasi di lavorazione: scavo (se necessario), massetto di fondo, posizionamento della vasca, sistemazione finale e rivestimento.

 

La vasca in metacrilato rappresenta il metodo più veloce per la realizzazione utilizzando forme e dimensioni che oggi il mercato ci mette a disposizione. Sono realizzate utilizzando come materiale il metacrilato, un vetro acrilico, che grazie alle sue caratteristiche meccaniche, viene ampiamente impiegato in svariati campi: dall'arredamento all'ingegneria, dall'ottica alla medicina. Fasi di lavorazione: Posizionamento della vasca, livellamento, sistemazione finale.

 

Anche per la vasca in vetroresina sono valide tutte le considerazioni specificate per quelle in metacrilato cambia solo la tipologia di materiale. Fasi di lavorazione: Posizionamento della vasca, livellamento, sistemazione finale.

 

Gli Impianti

Per gli impianti possiamo tenere presente:

Tipo di sfioro

Tipo di impianto di filtrazione

Tipo di dosaggio per i prodotti chimici

Tipo di riscaldamento

Tipo di bocchette idromassaggio

Tipo di illuminazione

 

Sfioro

Per il tipo di sfioro possiamo scegliere tra il sistema a skimmer o a sfioro.

Il sistema a skimmer è caratterizzato da  particolari bocche di aspirazione poste lungo il bordo superiore della vasca. Un cestello estraibile trattiene le impurità grossolane e fa sì che questi non vadano ad intasare le pompe di aspirazione dell’impianto di riciclo.  Lo specchio libero dell'acqua si trova a circa 15 cm sotto il livello del pavimento.  L'acqua entra negli skimmer e viene poi aspirata dalla pompa dell'impianto, per essere successivamente filtrata,  disinfettata e rimessa in circolazione  dalle bocchette di immissione.

          

Il sistema a bordo sfioratore  assicura una pulizia dello specchio d’acqua più accurata e completa garantendo  un ottimo risultato estetico  e funzionale. Con questo sistema I'acqua tracima all’interno di canalette laterali posizionate su uno o più lati della piscina.  Da qui viene inviata nella vasca di compenso e successivamente all’impianto di trattamento. La vasca di compenso ha il compito di mantenere costante il livello dell'acqua della nostra piscina o vasca idromassaggio, anche in presenza dei bagnanti.

 

Filtrazione        

Per il tipo di impianto di filtrazione possiamo scegliere tra filtri a sabbia o filtri a cartuccia.

 

Il filtro a sabbia si presenta generalmente come un contenitore in VTR a forma più o meno sferica, che è parzialmente pieno di sabbia di silicio o quarzo con una  qualità di filtrazione intorno ai 40/50 micron. E’ il sistema più utilizzato perché presenta una buona qualità di filtrazione, richiede una facile manutenzione,  ha una lunga durata e non ultimo un buon rapporto qualità/prezzo.

 

Il filtro a cartucce è caratterizzato anch’esso da un contenitore più o meno sferico, che generalmente è in materiale plastico. L’elemento filtrante è garantito da una cartuccia  lavabile con una superficie filtrante di grandi dimensioni, assicura una circolazione molto lenta rispetto al filtro a sabbia, ha un grado di filtrazione modesto e generalmente utilizzato per vasche di piccole e medie dimensioni.

 

Dosaggio dei prodotti chimici

Il dosaggio di qualsiasi prodotto chimico che viene utilizzato nell’acqua della vasca idromassaggio, deve essere effettuato mediante un sistema di dosaggio automatico.  I prodotti utilizzati per il trattamento dell’acqua si posso dividere in tre macro categorie:

Prodotti per la disinfezione dell’acqua

Prodotti per la correzione del pH

Prodotti per migliorare le caratteristiche dell’acqua

 

I prodotti  utilizzati per la disinfezione dell’acqua a base di cloro nelle
varie forme sono: Ipoclorito di sodio e di calcio, dicloro e il tricloro nelle varie forme commerciali.

Altri sistemi per la disinfezione dell’acqua nelle piscine sono: Ozono e il sistema UV-C

I prodotti utilizzati per la correzione del pH dell’acqua sono: acido cloridrico, acido solforico e sodio bisolfato per abbassare il pH; sodio idrossido e sodio bicarbonato per alzare il pH.

Il trattamento in una vasca idromassaggio alimentata con acqua di mare, non differisce di molto con quelle alimentate con acqua dolce, l’unica raccomandazione e di non inserire nessuno elemento, nelle linee idrauliche, all’interno della vasca e nella centrale di trattamento, che sia metallico con esclusione dell’acciaio inox 316 Ti.

Per il trattamento di disinfezione è consigliabile utilizzare una cella elettrolitica, il principio di funzionamento è semplice: l’acqua che sia marina o addizionata con cloruro di sodio (sale marino), viene fatta transitare all’interno di un campo magnetico (anodo e catodo), la molecola  del cloruro di sodio si divide in Sodio (Na) e Cloro (Cl2), in questo modo si produce all’interno della cella acido ipocloroso, che è il disinfettante più comune che viene utilizzato per il trattamento dell’acqua delle piscine. Gli ioni liberi di cloro in vasca si ricombinano, tornando alla forma di partenza: cloruro di sodio.

Vantaggi del sistema

Il cloro viene prodotto direttamente attraverso un processo fisico chimico naturale;

Acqua pura e trasparente;

Eliminazione di prodotti chimici per il trattamento dell’acqua;

Acqua non irritante per occhi, mucose e pelle;

Eliminazione delle operazioni di stoccaggio e manipolazione di  prodotti chimici;

Impianto con pochissima manutenzione.

 

Riscaldamento

Particolare attenzione dovrà essere rivolta al benessere termico. Oggi abbiamo a disposizione varie fonti ed apparecchiature per riscaldare l’acqua che vanno dai classici scambiatori di calore (fascio tubiero o piastre), riscaldatori elettrici, panelli solari o pompe di calore. Nella scelta del tipo di riscaldamento bisogna sempre valutare i consumi energetici i relativi costi e prevedere l’utilizzo di  diverse tecnologie per ottenere un reale risparmio.

           

Bocchette idromassaggio

I vari tipi di bocchette idromassaggio che possiamo inserire, in funzione delle caratteristiche di getto sono:

Getto rettilineo: Il flusso è unidirezionale e di massima intensità;

Rotazione lenta: Il flusso è di bassa frequenza, leggero ed ampio;

Rotazione veloce: Il flusso è meno intenso, ma rapido e concentrato.

Lettini ad aria

 

Illuminazione

L’effetto che si crea con una vasca idromassaggio ben illuminata è certamente tra i più suggestivi: la luce che si diffonde attraverso l’acqua è capace da sola di creare un’atmosfera del tutto particolare. Questo non è solo frutto di casualità, ma anche di un sapiente posizionamento delle luci stesse, oltre che della scelta del numero e qualità delle lampade impiegate.

I proiettori subacquei vengono generalmente posizionati lungo le pareti della vasca e la loro posizione, numero, altezza deve essere prevista con cura in fase di progettazione. Particolare attenzione va riservata alla scelta del tipo di rivestimento e colore, perché la luce bianca, normalmente utilizzata, viene parzialmente filtrata dalla colorazione del rivestimento, assumendo quindi come dominante il colore della piscina stessa. Per la scelta del tipo di proiettore e di  lampada,  consigliamo di impiegare lampade a led sia a luce bianca che multicolor.

Wellness Design srl
Via Nenni 1
20084 Lacchiarella (MI)

e-mail: 

progetto@wellness-design.info 

Tel. 02 9007430

Wellness Design su

Dal 1 gennaio 2014

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Wellness Design srl - Via Nenni 1 20084 Lacchiarella (MI) - P. IVA: 05381480960