Wellness Design
Wellness Design

Il Teatro delle Terme a Milano

Il progetto vincente dell'Architetto Giancarlo Marzorati in partnership con J+S dell'Architetto Federico Pella - 40 Reinventing Cities

L’immagine architettonica che s’intende esprimere come propria dell’intervento è certamente evocativa degli elementi stilistici dei primi ‘900 epoca di costruzione delle scuderie che qui vengono realizzate.

L’innovazione è tuttavia significativa nell’introduzione del nuovo anfiteatro realizzato all’interno dell’area libera pertinenziale ma complementare alle scuderie al punto da supportare il Teatro delle Terme.

Un anfiteatro che evoca il teatro greco o romano ma riedito con la funzione termale; un significato del tutto sorprendente e innovativo. Nel complesso si è rivolta l’attenzione all’espressione di un design urbano capace di individuare una “location” ed una funzione originale eppure così singolare e di interesse sociale al punto da farne “logo”. Una sorta di rivisitazione di un “genius loci” complementare al mondo del verde, dei cavalli, del benessere che si coniuga in sintesi nel progetto.

Su questa linea il progetto per le Ex Scuderie De Montel si prefigge di recuperare il rapporto con l'acqua, con la terra, con la flora: il tutto entro la logica del benessere e della crescita delle persone proponendo appunto un’architettura innovativa.

Il nome, “Teatro delle Terme” deriva dall'elaborazione ad ampia cavea erbosa di circa la metà del lotto.

Il progetto propone un design urbano che prevede di valorizzare gli edifici storici delle Scuderie De Montel, i cui profili Liberty resteranno come prevalenti emergenze: con garbo e sensibilità ambientale il nuovo Parco si aprirà al cielo in un'ampia esedra che si ricaverà tra le Scuderie e gli edifici abitativi che sorgono tra Via Fetonte e Via del Centauro.

Il Teatro delle Terme si configura come una nuova area verde in cui alle essenze vegetali curate in senso esteticamente armonico, si aggiungerà l'acqua: in fontane, vasche, rivoli e cascatelle dal sommesso, dolce gorgoglio. Un'oasi per il riposo dei sensi in cui si potrà esperire un contatto completo con la natura: con l'immersione nelle acque termali e con gli altri molteplici trattamenti terapeutici ed estetici (cromoterapia, bagni di fieno, massaggi, ecc.), col nuoto, col passeggiare tra aiole in cui gustare aromi e i cangianti colori di foglie e fiori, con la cura per gli orti. E se qui e là si scoprirà un sottofondo musicale offerto dallo scorrere dell'acqua, la musica sarà presente anche in diversi luoghi all'aperto e al chiuso con effetti di musicoterapia.

La zona di San Siro ha una forte vocazione sportiva data dalla presenza dello Stadio e dell'Ippodromo, e una vocazione di svago data dal vicino Monte Stella e dal vicino Lido. Il Teatro delle Terme ne completerà il carattere con un'oasi ritagliata per quel che gli antichi Romani chiamavano “otium”: un diletto non disgiunto dall'impegno e aperto a nuove conoscenze, alla cura delle persone e allo stimolo e alla maturazione delle loro potenzialità.

I materiali per le costruzioni e le sostituzioni saranno tutti scelti secondo criteri di economia circolare, con abbondanza di legno e, ove possibile, si farà ricorso a blocchi massivi in terra cruda, che costituisce l'eccellenza della riciclabilità.

 

Al piano terra vi saranno diverse piscine di varie dimensioni che consentiranno diverse esperienze, per singoli e piccoli gruppi e ai due angoli opposti all'interno del giardino vi saranno, da un lato una sauna (all'interno) cui si accosta (all'esterno) una vasca di acqua a bassa temperatura per temprare le membra con l'alternanza caldo-freddo, dall'altro lato una vasca che consente di passare dall'ambiente interno a quello esterno nuotando nell'acqua termale.

Altri ambienti saranno dedicati al benessere: tra questi uno almeno sarà dedicato ai bagni di fieno – un'esperienza sensoriale ricercata e di notevole efficacia.

Poiché, oltre che nel contatto diretto con l'acqua e con la terra, con l'erba e le altre piante, il benessere è esperito nel cibo, il lato lungo delle ex Scuderie ospiterà al piano terra diversi spazi atti alla degustazione, anche veloce; mentre al primo piano un ristorante di maggiore impegno consentirà esperienze culinarie più ricercate e preziose improntate a cibi naturali a km zero.

Ma l'esperienza agricola potrà essere compiuta in particolare da coloro che si occuperanno degli orti che, opportunamente ricavati in un settore dell'ampio prato, saranno a disposizione delle persone del quartiere in copertura al locale tecnico seminterrato posto in fregio alla via Fetonte.

Il progetto è concepito come nuovo polo del benessere di rilevanza regionale, ma rappresenterà anche un nuovo concetto di piazza a disposizione degli abitanti del quartiere. Col suo abbraccio avvolgente che ricorda i vasti, antichi teatri, il Teatro delle Terme sarà luogo di prossimità. Ognuno potrà sentirlo come proprio: un'oasi di ridente pacificazione, ricca di tanti colori, aromi, sapori, musiche, accompagnati dalle carezze vivificanti dell'acqua, e da splendidi spazi di luminoso silenzio.

Wellness Design
Via Nenni 1
20084 Lacchiarella (MI)

e-mail: 

progetto@wellness-design.info 

Tel. 02 9007430

Wellness Design su

Dal 1 gennaio 2014

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Wellness Design - I Love My Wellness - P. IVA: 10556460961